Cinque del mattino

Resto qui, immobile, sospeso fra un ieri e un forse ti farò sapere. Non riesco a salutarti dicendo ciao, e nemmeno a chiederti perché. Però lo faccio, ascolto il silenzio che mi gira intorno e vedo che oltre al rumore dell'hard-disk, e quello…
dodicidicembreduemiladodici

buon compleanno

buon compleanno E come tutte le storie che vanno avanti nel tempo, quella del mio blog è arrivata al 1 compleanno. Un anno fa cominciai a scrivere su questo spazio finito argomenti indefiniti. Un anno pieno di cambiamenti, pieno…

la non curantia

Avere la sensazione che sbagli sempre. Discorsi buttati al vento che non ritorneranno mai indietro. Aggressioni scolpite sulla pelle di una lei che non è la tua ragazza. Lei vita da cane ma senza le pulci. Vita molesta di un insegnate con lo…

con millelire

Si è visto mai che ci sta qualcuno che parlasse e non ci fosse un solo cretino che grida: “hai ragione!”. Non per vantarmi ma qua al giorno d'oggi ti danno un microfono e millelire e subito mi pare che a tredici anni sei stato al…
l'amata veste

l'amata veste

l'amata veste Poter avere il tempo stamattina di scendere i gradini del suo impero, ritrovare in terra la faccia di un uomo tradito dal suo orgoglio, riflessa nella lurida pozzanghera della gelosia. Mani d'avorio e di pietra che ruvide,…

Ho scelto te

Ho scelto te per passione, ho scelto te perché amavo il tempo, ho scelto te perché sapevi riconoscere i miei disagi. Hai scelto me perché non pensavi che ti scegliessi.

L'ho scritta per te

Capir con certezza che prima del tempo, che creati da estranea entità, fossimo univoca materia. Separati più, che allora, dall'ira di un dio che dell'invidia forgiava il suo carattere. Restammo a vivere in due mondi divisi, coi pensieri a…

Sogno raramente

Sogno raramente, e penso ancora di meno. Mi pare scoprirti ma non vedo nient'altro che buio. Mi sembra toccarti ma soltanto nei ricordi più vaghi. Non ascolto te ma so che facendolo mi abbandonerà il cuore.

Un uomo che...

Ho ascoltato un uomo che soffriva per aver perduto l'unica cosa che si potesse chiamare donna. Ho ascoltato un uomo che a vederlo pareva l'avesse uccisa con le sue stesse mani. Ho ascoltato un uomo che piangeva per aver tradito l'unica vera…

Lo sguardo sospeso nel vuoto

Sono fermo, con lo sguardo sospeso nel vuoto. Costringo gli occhi a guardare nel buio, a vedere immagini di uno spazio che non esiste. Osservo come passa il tempo, come gli alberi cambiano la loro forma, come le persone cambiano la loro residenza.…

Vedo te

Vedo te e immagino la grazia, vedo te e ascolto il canto degli uccelli, vedo te e mi risveglio col sorriso, soave e dolce melodia che invade il mio cuore che sorregge la mia anima. A te che sei sempre stata in me.

Insonnia

Con la testa sul cuscino guardo il soffitto della mia mente. I suoni si ovattano e corrono coi pensieri. Mi ritrovo adagiato su di un prato, sento l'odore della terra umida, dell'erba. Osservo la notte avvolgermi e il respiro tuo mi fa comp…

Sconosciuta

Ti ho rivista e mi sei piaciuta. Ho ascoltato la tua voce. Parlavi dei tuoi genitori figli di un'altra terra, ma tu orgogliosa, italiana. Col nobile sorriso vai oltre le parole di un rozzo corteggiatore. Con gli occhi cerchi qualcosa che ti…
fotografia vittorio errico berlino
,

Come un riflesso

Come un riflesso Come un riflesso fra i palazzi di vetro, mi pare di toccarti, ma poi scompari fra le fredde superfici. berlino novembre 2009

Un'ultima cosa

Custodisco con dolcezza le semplici parole di chi ha come dono la voce degli angeli. Tengo nascosto il segreto di una meravigliosa poesia. Odo le parole da lontano e mi pare vederle davanti ai miei occhi. A te che mi hai calpestato l'anima…

Per mia madre

Notte passata a pensare come potesse essere senza i troppi problemi. Notte trascorsa a contare le troppe pecore che saltano la staccionata. Notte da servo, fedele che ti fa da appoggio per un dolore che non passa. Non serve starsene su di un…
fotografia vittorio errico puglia
,

Come da un'altra parte

Come da un'altra parte Si viaggia di notte, la notte si guida meglio. Arrivo all'alba. Di la il sole sorge sul mare. La terra è rossa. Mi pare di stare da un'altra parte, mi pare di affacciarsi su un'altro continente. Gli ulivi fanno…
,

Damiano

Damiano Mo’ c'è il fermo biologico. Si, noi pescatori stiamo fermi fino a ottobre. Stai fermo ma poi quando esci e pieno così. Ci stanno quelli che escono mo, però pagano diecimila euro di multa e la barca resta ferma quaggiù.…
,

Giovanna e Laura

Giovanna e Laura Io mi chiamo Giovanna, e lei è Laura. Voi siete di Napoli, bel posto Napoli. Ho settantunanni e ho avuto due mariti, e li ho lasciati tutti e due pieni di corna. Si, io quando ero giovane avevo una testa, e mo’ che…
,

Maria

Maria Ci sta Maria, Giangualano Maria, che si trascina, affaticata, il sacco con il pane vecchio. Io c'ho le galline…allora sono andata dalla pizzeria e mi ha detto, le devo buttare e te le do a te. Lo do alle galline che ce lo butto…